Malore in quota Soccorso il gestore di Casera Cimonega

Soccorso in quota per il gestore del bivacco Casera Cimonega, colpito da malore dopo essere salito con un amico per dei lavori. Nella zona non c’è copertura telefonica e l’amico è sceso per tre quarti d’ora prima di riuscire a chiamare il 118, per tornare poi dal compagno. Dopo vari tentativi di avvicinamento, resi vani dalla nebbia che copriva la Val Canzoi, l’elicottero di Treviso in due rotazioni ha imbarcato due squadre del Soccorso alpino di Feltre ed, entrando dal Primiero, ha sbarcato in hovering a Forcella Cimonega sei soccorritori. Le squadre, in un’ora a piedi, sono arrivate al bivacco Feltre e poi a Casera Cimonega, dove l’infermiere della stazione Cnsas ha potuto dare prima assistenza a N.D.B. , 71 anni, di Santa Giustina, e dove sono potuti riprendere i contatti radio con la Centrale. Sul posto, diradata la nebbia, è quindi atterrato l’elicottero del Suem di Pieve che ha imbarcato l’uomo, in condizioni non preoccupanti, e lo ha portato a Belluno per accertamenti.

Video del giorno

Homeschooling, il racconto di Morena Franzin: "Tre figli che studiano a casa, nessun rimorso"

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi