Funivie Arabba si trasforma in “società benefit”

Il gruppo è passato da realtà familiare ad azienda strutturata puntando ad attrarre giovani professionisti di valore 





Funivie Arabba guarda al futuro e diventa “società benefit”.

Passaggio da una gestione famigliare a una gestione strutturata, collaborazioni esterne, introduzione del bilancio analitico, settimana di cinque giorni lavorativi per tutti i dipendenti e ricerca di personale specializzato le strategie per una nuova gestione dell’impresa funiviaria. Si respira aria di cambiamento negli uffici di Funivie Arabba, la giovanissima rete d’impresa che unisce sotto un’unica bandiera le preesistenti società impiantistiche Impianti Turistici Boè, Sofma, Arabba Fly e Padon. Numerose sono le nuove sfide che si prospettano per garantire un futuro all’insegna della prosperità, dell’innovazione e della sostenibilità.

Claudia De Battista è la “controller” di Funivie Arabba, e in quanto tale svolge una funzione centrale negli ambiti del monitoraggio della salute finanziaria del gruppo e della gestione del bilancio, seguendo un principio di analisi scientifica dei dati.

La presenza stessa di una figura professionale come Claudia De Battista è testimonianza del fatto che ad Arabba, nel campo degli impianti, la gestione non è più improntata sullo stampo famigliare, in cui ognuno è chiamato a fare un po’ di tutto, al meglio delle sue possibilità, ma è avanzata di livello, e non di poco. La gestione del gruppo, infatti, viene ora condotta in modo più strutturato, integrando pratiche all’avanguardia e coinvolgendo professionisti specializzati.

Se da un lato questo è senza dubbio un importante traguardo raggiunto dall’universo impiantistico di Arabba, esso cela un rovescio della medaglia inaspettato, che è oggi una delle sfide più grandi che gli abitanti delle valli di montagna si trovano ad affrontare: il reperimento di personale specializzato, che abbia una preparazione specialistica in diversi ambiti, come la pianificazione, la gestione dei processi, delle risorse umane, delle pubbliche relazioni e della comunicazione aziendale, per citarne alcuni.

Non è infatti facile che professionisti di alto livello decidano di trasferirsi in una valle alpina e lavorare nel settore degli impianti a fune, forse anche a causa dei molti pregiudizi che ancora esistono riguardo al lavoro nel settore del turismo, come la paura di dover fare un elevato numero di ore di straordinari. Un elemento questo che Funivie Arabba sta trattando di risolvere con misure specifiche come l’introduzione della settimana lavorativa di cinque giorni per tutti i dipendenti dell’azienda.

Non rientra nemmeno nella concezione comune pensare che un’azienda impiantistica possa offrire delle opportunità professionali importanti, e queste figure specializzate tendono a rivolgersi ad aziende molto più grandi. Ma questa è una sfida che il gruppo Funivie Arabba è pronto ad affrontare.

L’introduzione della contabilità analitica da parte di Claudia De Battista e la collaborazione con consulenti esterni come Francesco Dalla Sega, docente del dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento, sono i primi passi mossi in questa direzione, e non si prospettano essere gli ultimi.

È proprio la collaborazione con il professor Dalla Sega iniziata nell’autunno 2019 che ha reso possibile un importante cambiamento: la trasformazione di Impianti Turistici Boè Spa in società benefit, un’operazione pionieristica non solo nell’ambito degli impianti a fune, ma in generale nel panorama aziendale italiano.

Le società benefit sono quelle aziende che oltre agli obiettivi di profitto, hanno lo scopo di avere degli effetti positivi sul beneficio comune, quindi sulla società, sulla comunità e sulla biosfera.

Introdotte in Italia 2016, prima in Europa dopo gli Stati Uniti, ricalcano le “benefit corporation” americane, nate nel 2010, e consistono in un’evoluzione del concetto stesso di azienda, più adeguata alle sfide di questo secolo, in linea con concetti come quello di responsabilità sociale d’impresa. —



Video del giorno

Belluno, ecco come funziona il visore che permette ai ciechi di leggere

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi