Contenuto riservato agli abbonati

Tanti straordinari nelle fabbriche bellunesi: «C’è lavoro, ma le ferie si fanno»

Lavoratori in un’azienda: ma sta per arrivare il periodo delle ferie

Due settimane un po’ ovunque, ma in alcune realtà si arriva anche a tre. La mancanza di materia prima ha convinto le aziende a sospendere le attività

BELLUNO. Mai così tanto lavoro nelle fabbriche bellunesi, con lo straordinario che si cattura, in alcuni casi, perfino la domenica. Ma, al tempo stesso, mai così tante ferie. Il motivo? Gli approvvigionamenti a singhiozzo e la carenza di personale. Con un’eccezione (a confermare la regola): la Sest di Limana ha chiesto la disponibilità, incentivata, ai suoi dipendenti di posticipare il riposo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Esorcismo al Santuario di Monte Berico: il racconto dei protagonisti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi