Contenuto riservato agli abbonati

Lattebusche, depuratore pronto a fine anno a Cesiomaggiore

Il vice direttore generale Desenzani: «Usate le ultime tecnologie, lo stabilimento sarà ancora più rispettoso dell’ambiente»

CESIOMAGGIORE. «Sarà uno stabilimento ancora più in armonia con il territorio». Questa la promessa dei vertici Lattebusche, con il vice direttore generale della cooperativa Gian Maria Desenzani, che sta seguendo personalmente il mega cantiere pienamente operativo che si trova alle spalle del caseificio e che per la fine dell’anno permetterà al nuovo depuratore di entrare a regime.

Una svolta epocale, perché l’attuale depuratore, ancorché aggiornato nel tempo nelle tecnologie, è vecchio di quarant’anni, e poi perché Lattebusche da anni fa dell’attenzione all’ambiente una bandiera, alla pari della qualità dei suoi prodotti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Zaia, un video in mandarino per raccontare il Veneto in vista delle Olimpiadi del 2026

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi