I cicloturisti scoprono il Feltrino Attesi in 250 al Tour de Friends

L’evento ideato dai tedeschi di Rad Race quest’anno inizierà e si concluderà in città 

sport e turismo

Di nuovo a Feltre, di nuovo a casa. Anche se stavolta sarà coinvolto l’intero territorio bellunese, con passaggi anche in Agordino, Cadore e Valbelluna.


La prossima sarà la settimana del Tour de Friends – The italian edition, corsa cicloturistica ideata dall’associazione tedesca Rad Race e protagonista in provincia per il terzo anno consecutivo. Partenza mercoledì mattina da Pedavena, arrivo sabato in centro a Feltre con festa finale a Pra’ del Moro. In totale, sanno quattro le tappe alla scoperta delle più belle strade delle Dolomiti. Sono attesi 250 partecipanti, provenienti da 12 Paesi del mondo. A seguirli un’organizzazione formata da 35 persone, con cinque van e due furgoni al seguito. Il racconto giornaliero è affidato a sei fotografi e quattro operatori video, che seguiranno l’evento in tempo reale, attraverso i vari canali social. Oltre 420 km e 10. 600 metri di dislivello, affrontando alcuni dei più leggendari passi dolomitici.

Martedì arriveranno i partecipanti, che saranno accompagnati nelle diverse strutture ricettive. In serata cena alla Birreria Pedavena, dove seguirà il briefing. L’indomani partenza per la prima tappa che culminerà con l’arrivo a San Martino di Castrozza e pause intermedie a Rivamonte e Fiera di Primiero. Il giovedì si raggiungerà San Vito di Cadore con passaggi intermedi a Selva di Cadore e Falcade, poi il venerdì la carovana terminerà la tappa a Vittorio Veneto, fermandosi lungo il percorso a Soverzene e Chies d’Alpago. Sabato la chiusura, con il trasferimento dal Trevigiano a Feltre e arrivo nel pomeriggio.

Lungo il tragitto, pausa a Guia e in seguito a Melere di Borgo Valbelluna, dove si terrà un ristoro a cura della Pro loco Trichiana. A Feltre i partecipanti potranno rifocillarsi e raggiungere le rispettive sistemazioni, prima della cena curata dal Castello, a Pra’ del Moro, seguita dalla festa finale in musica.

La manifestazione è stata presentata ieri in Sala degli stemmi a Feltre, alla presenza, oltre che degli organizzatori, dei rappresentanti dei comuni di Feltre, Pedavena, Soverzene, Apt San Martino – Primiero, Dmo Dolomiti e degli organizzatori dei ristori lungo il percorso.

«La richiesta di tornare è arrivata direttamente dagli organizzatori di Rad Race», dice Isidoro De Bortoli, ideatore del Tour de Friends e referente per l’organizzazione. «L’esperienza di due anni fa con l’arrivo a Feltre e il Rad camp dell’anno scorso, pur in condizioni difficili, li ha convinti che è il posto giusto per una manifestazione di questo tipo. Invitiamo inoltre le comunità locali ad interagire e conoscere i partecipanti».

A rendere possibile la manifestazione il finanziamento del Fondo per i Comuni confinanti, e il supporto di Provincia, Dmo Dolomiti, Comuni di Feltre, Pedavena, San Vito di Cadore e Vittorio Veneto, Apt San Martino, Consorzio turistico Cadore Dolomiti. Un ruolo fondamentale lo ricopre il Consorzio Dolomiti Prealpi, ieri rappresentato dal consigliere Piero Slongo. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Esorcismo al Santuario di Monte Berico: il racconto dei protagonisti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi