Contenuto riservato agli abbonati

Lavori più lunghi a Chiesurazza: settantasei bimbi spostati a Mussoi

Il cantiere per sistemare il tetto richiede due settimane in più, il Comune attiva nuove fermate dedicate degli scuolabus

BELLUNO. Trasloco di emergenza per i bambini della scuola elementare di Chiesurazza. A una manciata di giorni dal suono della prima campanella, il Comune si è trovato a dover risolvere un bel problema. I lavori sulla copertura della scuola dureranno altre due settimane, e i settantasei studenti di Chiesurazza non avrebbero potuto rientrare in classe lunedì.

L’assessore alle opere pubbliche Biagio Giannone e la consigliera delegata alla scuola, Nadia Sala, si sono subito attivati e hanno trovato una collocazione per i piccoli: saranno tutti ospitati alle elementari di Mussoi per le prime due settimane di lezione.

RITARDI NEL CANTIERE

I lavori di rifacimento del tetto della scuola di Chiesurazza, iniziati lo scorso giugno per un valore di 115 mila euro, verranno prolungati di qualche giorno (due settimane, spiegano dal Comune) a causa delle condizioni meteo dei mesi scorsi che hanno ritardato alcune lavorazioni. Ha pesato anche la difficoltà di ricevere i materiali, che grava su tutti i cantieri edili da alcuni mesi.

Gli operai avranno bisogno di qualche giorno per completare l’intervento, che si concluderà per la fine del mese.

LA SOLUZIONE

Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale – tramite l’assessore Giannone la consigliera Sala – ha dato comunicazione della novità a tutte le famiglie interessate, sia tramite lettera che con incontri con i genitori delle nuove classi prime e con i rappresentanti delle altre classi. Si tratterà di un trasloco temporaneo: già lunedì 27 settembre i bambini potranno tornare sui banchi nella scuola di Chiesurazza.

Per aiutare le famiglie ad affrontare lo spostamento, è stato istituito un nuovo servizio di scuolabus che prevede due fermate, a Sois e vicino al costruendo Parco di Chiesurazza, e che resterà attivo per entrambe le settimane di lavori.

L’amministrazione ringrazia l’Istituto Comprensivo 1 e le maestre che con disponibilità e collaborazione hanno contribuito a risolvere la situazione.

VERSO LA PRIMA CAMPANELLA

In estate il Comune ha effettuato numerose manutenzioni e lavori nelle scuole cittadine, che sono pronte ad accogliere gli studenti per un nuovo anno di lezioni. Gli operai sono intervenuti nei giardini, nei cortili e all’interno degli edifici.

Restano però da definire il servizio di pre-accoglienza, per le famiglie che hanno necessità di portare i bambini a scuola almeno mezz’ora prima del suono della campanella, e il prolungamento dell’orario negli asili.

Servizi fondamentali per le famiglie in cui entrambi i genitori lavorano, che devono sapere come organizzarsi per la gestione dei figli. A ieri, però, mancavano alcune risposte, nonostante gli asili abbiano chiesto alcuni giorni fa alle famiglie chi ha necessità di prolungamento degli orari.

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi