Contenuto riservato agli abbonati

L’Acc torna al Mise: «In caso di rinvio lavoratori pronti a tornare in strada»

Il ministro D’Incà continua ad assicurare i fondi con l’articolo 37, i sindacati chiedono risposte univoche: «No alle dilazioni»

BORGO VALBELLUNA. Trepidazione in Valbelluna, a Mel in particolare.Anzi, già lunedì sera, se il Tavolo al Mise si risolvesse in un ennesimo rinvio, non è da escludere che i lavoratori Acc diano luogo ad una mobilitazione senza precedenti, con sit in là dove nessuno se l’aspetta.

«La Provincia condivide la loro preoccupazione. La responsabilità che sapranno dimostrare, ancora una volta – anticipa Roberto Padrin, primo inquilino di Palazzo Piloni –, sarà pari alla capacità di trovare la sospirata soluzione, o il prestito con l’articolo 37, oppure, in alternativa, il cosiddetto “Piano B”.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Arabba, gattisti al lavoro per preparare le piste

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi