Contenuto riservato agli abbonati

Cansiglio, “Festival delle foreste” con oltre cinquemila presenze e appendice in arrivo

La soddisfazione di Veneto Agricoltura e Longarone Fiere. Nel weekend gli eventi legati al rapporto con la Serenissima

PIAN CANSIGLIO. Oltre 5 mila le presenze alla “Fiera e festival delle foreste & boster nordest”, che avrà un’appendice il prossimo fine settimana. Numerosi, in particolare, gli operatori del settore richiamati dalle ultime novità, dalle dimostrazioni in foresta e dai tanti focus in programma; ma anche molti “curiosi”. Tra le tante iniziative svoltesi durante la “tre giorni” in Cansiglio, merita senz’altro di essere ricordata la presentazione del progetto Life Vaia, che vede tra i partner anche Veneto Agricoltura, che porterà oltre 5 milioni al territorio in risorse e conoscenze sulla gestione delle foreste distrutte da Vaia.

L’obiettivo è quello di muovere l’economia di queste terre, portare aziende, interlocutori internazionali, sviluppo. Una ricchezza che può contrastare l’esodo della popolazione dalle comunità montane, creando posti di lavoro.

Da parte sua, Nicola dell’Acqua, direttore di Veneto Agricoltura, ha espresso grande soddisfazione per la riuscita della manifestazione sottolineando come «la grande partecipazione di pubblico confermi l’importanza di queste iniziative per le quali da sempre la Regione e Veneto Agricoltura si spendono. Si tratta di iniziative che pongono al centro dell’attenzione la foresta e le sue funzioni storiche, ambientali, sociali ed economiche, cui oggi si associa anche la valorizzazione dei cosiddetti servizi ecosistemici che danno nuove opportunità alla foresta stessa e al territorio».

«Grande soddisfazione per aver ottenuto il coinvolgimento di tutti gli enti locali, regionali, nazionali ed europei che si occupano di foreste e di grandi macchinari del legno», commenta Gian Angelo Bellati, presidente di Longarone Fiere Dolomiti, «molto numerose le aziende presenti e numerosissimi i visitatori.

Una vetrina eccezionale per il nostro territorio anche alla luce della presentazione dell’ufficio Europe Direct che offrirà informazioni a cittadini e imprese su tutti i programmi di finanziamento europeo. In questa occasione abbiamo presentato anche il progetto Life Vaia, che porterà più di 5 milioni in risorse e conoscenze sulla gestione delle foreste distrutte da Vaia. L’obiettivo è quello di muovere l’economia di queste terre».

Ieri il Cansiglio ha ospitato un’appendice virtuale del festival con ben tre eventi sui temi delle assicurazioni dei soprassuoli forestali, della riforestazione e vivaistica al tempo del cambiamento climatico e della figura dei dottori forestali nei boschi del Veneto.

Intanto è stato vissuto all’aria aperta il primo giorno di scuola dai bambini bellunesi che partecipano al progetto “Semi’insegni” promosso da Coldiretti Veneto e che ha visto l’organizzazione di alcuni laboratori didattici in occasione del “Festival delle foreste”. I ragazzi hanno potuto sperimentare percorsi sensoriali a piedi nudi sviluppando un rapporto diretto con la terra. Il settembre in Cansiglio non si chiude comunque qui.

Per il fine settimana è in programma una serie di altri interessanti eventi collegati alle celebrazione per i 1600 anni di Venezia (421-2021), in particolare al legame tra la Repubblica Serenissima e le foreste, da cui proveniva il legname necessario alle attività navali veneziane e, per quanto riguarda il Cansiglio, alla produzione dei remi.

Video del giorno

Belluno, ecco come funziona il visore che permette ai ciechi di leggere

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi