Truffa sul total crunch tre persone a processo

sANTA GIUSTINA

Truffa sui muscoli. Il total crunch, regolarmente pagato, non arriva mai. Peraltro non era nemmeno un’offerta particolarmente speciale: una uomo di Santa Giustina ha dovuto sborsare 80 euro, comprese le spese di spedizione e, in giro, se ne trovano, più o meno allo stesso prezzo.


Il cliente l’aveva trovato su un sito internet e non poteva immaginare che nascondesse un raggiro, come tantissimi altri e con il collaudatissimo meccanismo, che non si capisce come possa evitare l’aula di tribunale a chi lo applica.

Un versamento su una carta Postepay ricaricabile, l’incasso della somma accredoitata e tanti saluti a tutti. Il numero di telefono diventa inservibile. Nessuno risponde e l’unica è andare a presentare una querela per truffa. Le indagini hanno portato a Sara Navari, Soledad Lucia Rigolon e Roberto Menotti. La prima è difesa da Gandin e gli altri due da Monica Azzalini. Sviluppi sul procedimento penale il 5 settembre dell’anno prossimo, perché uno o più imputati non si trovano e tutto questo tempo serve per le ricerche da parte della polizia giudiziaria. —



© RIPRODUZIONE RISERVAT

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Esorcismo al Santuario di Monte Berico: il racconto dei protagonisti

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi