Una cucciolata di 7 lupi in Cansiglio

Sono ormai una quindicina i lupi nati in Cansiglio in tre anni, da quando cioè è arrivata la prima coppia. Sette sono nati in maggio, eguagliando il numero dell’anno precedente

CANSIGLIO. Sono ormai una quindicina i lupi nati in Cansiglio in tre anni, da quando cioè è arrivata la prima coppia. Sette sono nati in maggio, eguagliando il numero dell’anno precedente. Una parte del branco ha preso il largo. Nella foresta rimangono circa 8 elementi. Da tempo non aggrediscono le mandrie della Piana, sia perché gli allevamenti sono recintati, ma soprattutto perché i carnivori trovano di che alimentarsi: cervi e caprioli, infatti, sono diminuiti di numero in questi anni. Ecco perché, come annuncia l’Associazione naturalistica Lorenzoni, è in corso un sondaggio nell’ambito di una tesi di laurea di Irene Breda condotta in collaborazione scientifica con il Dipartimento di scienze biologiche dell’università di Aberdeen in Scozia e di Veneto Agricoltura.

Cucciolata di sette lupi in Cansiglio

«Il sondaggio», viene spiegato dall’Associazione Lorenzoni, «è rivolto alla comunità locale con lo scopo di raccogliere informazioni per trovare una strategia di gestione sostenibile tra il lupo e l’uomo».

Secondo studi recenti, pare che questo equilibrio si stia verificando proprio in Cansiglio. L’Associazione ha in corso, ormai da tempo, un fototrappolaggio. Gli ultimi 7 lupacchiotti sono la terza figliata del branco formatosi in Cansiglio nel 2019: la sua formazione e il suo sviluppo sono stati documentati e studiati dallo stesso gruppo di volontari, e i filmati sono stati pubblicati in brevi documentari pubblicati sui social. I video fanno parte del progetto di citizen science “Wildlife camera project” dell’Associazione, coordinato da Luca Zanchettin, che da quattro anni monitora la presenza del lupo in Cansiglio; attività iniziata per la sua tesi di laurea in Scienze ambientali presso l’Università di Udine. Il branco si è articolato nella prima coppia, nei 5 nati l’anno scorso, nei 7 del maggio 2021, e probabilmente anche di due femmine che hanno visto la luce ancora due anni fa. Sul Pizzoc, intanto, è iniziata il 13 settembre la campagna di inanellamento degli uccelli migratori, provenienti dal centro e dal nord Europa. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Un F-35 della Marina inglese non riesce a decollare dalla portaerei e si schianta in mare

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi