Contenuto riservato agli abbonati

Vent’anni di attesa per farsi la casa: si è incagliato il piano di Visome

Nuovo stallo per il Pua che prevede villette e alloggi popolari Ater si è sfilata e i privati restano con il cerino in mano

BELLUNO. Essere sulla linea del traguardo e sentirsi dire che la gara è sospesa. Chissà fino a quando. Si sentono così i proprietari dei terreni aderenti al Consorzio Nuova Visome, ventuno persone che attendono da vent’anni di poter costruire una casa nelle aree di loro proprietà. Ma, giunti alla fine di un percorso che è stato lunghissimo e complesso, tutto si è arenato di nuovo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

A Chioggia il museo sui fratelli Ballarin, assi del Grande Torino. La tragedia di Superga

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi