Contenuto riservato agli abbonati

A Belluno vaccinazioni senza ago per chi ha la fobia. Terza dose, pazienti chiamati al telefono

A sinistra una vaccinazione tradizionale; a destra il dispositivo che genera un flusso ad alta velocità in grado di somministrare la dose di vaccino senza usare siringhe

Attivato un percorso specifico per le donne in gravidanza: da lunedì consulenze a distanza con ginecologi e ostetriche

BELLUNO. Si chiama belonefobia, ed è la paura dell’ago. Ce l’hanno in molti e la vaccinazione di massa anti Covid ha fatto emergere questa radicata paura, legata sicuramente ai ricordi di infanzia su aghi di dimensioni ben diverse da quelli attuali. In genere si supera tenendo gli occhi chiusi, ma ci sono anche casi di vera e propria patologia a cui ora la Ulss risponde con la “vaccinazione senza ago”.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi