Caso Bianchini: c’è una denuncia sulle indagini

Una degli indagati è andata dai carabinieri per vederci chiaro: prosciolto il primario, dovrebbe cadere anche l’accusa di favoreggiamento

BELLUNO. Epidemia colposa di Covid-19 al San Martino. Uno degli indagati, nel caso del dottor Roberto Bianchini, ha presentato una denuncia - querela ai carabinieri del Comando di Belluno. Non si sa se sia questo atto a posticipare la chiusura di indagini, arrivate da tempo al capolinea. Di sicuro Antonella Fabbri, che è indagata per favoreggiamento al primario di Otorinolaringoiatria e falso ideologico, ha denunciato qualcosa che non le torna nelle indagini che la Procura ha delegato alla Finanza. È un suo diritto difendersi da quello che ritiene essere stato un errore che poi sarebbe finito agli atti del procedimento. Potrebbe essere la vicenda del verbale della Commissione disciplinare, che doveva decidere sul procedimento interno a carico di Bianchini e sarebbe improvvisamente scomparso, però manca ancora la certezza e questa è soltanto un’ipotesi molto plausibile.

Insieme a Bianchini e Fabbri, sono stati indagati anche tre medici dell’Ufficio Procedimenti disciplinari: Raffaele Zanella, Cristina Bortoluzzi e Tiziana Bortot. Prima il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Belluno, Elisabetta Scolozzi, poi il Riesame di Venezia, infine la Cassazione hanno respinto la richiesta del procuratore Paolo Luca di tre mesi di sospensione per Bianchini, Zanella e Bortoluzzi (per il primo anche dalla professione), facendo cadere l’ipotesi dell’epidemia e, di conseguenza del favoreggiamento. Se non c’è stato il primo reato, perché l’epidemia non è stata la conseguenza dell’atteggiamento professionale del principale indagato (visite senza mascherina) - premesso che dev’essere un evento «in grado di mettere in pericolo l’incolumità pubblica e determinare il contagio di un numero indeterminato di individui» - non si è configurato neanche il secondo. Matematico.

Rimarrebbe il falso sulla base di un cartellino segnatempo. Ci sarebbe un giorno di differenza tra la data di rientro indicata da una vacanza in Thailandia di Bianchini e quella effettiva. Può bastare per chiedere il rinvio a giudizio?

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Vigo di Cadore, l'imponente frana vista dal drone di Veneto Strade

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi