Contenuto riservato agli abbonati

Università degli adulti, è Isotton la nuova guida: «Per le lezioni dal vivo è meglio attendere»

Il fondatore don Attilio Menia ha deciso di farsi da parte dopo 37 anni. Il neo presidente: «Didattica su carta almeno fino alla primavera»

BELLUNO. L’Università adulti e anziani rinnova il proprio direttivo e don Attilio Menia Cadore lascia la presidenza, dopo aver guidato l’ente ininterrottamente dal 1984, anno della sua fondazione.

«Durante la riunione del direttivo e dell’assemblea dell’università, don Attilio ci ha resi partecipi del suo desiderio di lasciare il posto a qualcun altro, non perché stufo o impossibilitato, ma per assicurare continuità all’opera dell’ente», spiega l’ingegner Emilio Isotton, proposto proprio dal presidente uscente per la carica ed eletto all’unanimità con scrutinio segreto, «ovviamente nessuno di noi avrebbe voluto che don Attilio facesse questo passo, perché non si tratta di un presidente qualsiasi, ma del fondatore di questa università e per noi rimarrà sempre il numero uno.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi