Contenuto riservato agli abbonati

Belluno, sempre più poveri: quattromila persone chiedono aiuto per fare la spesa

Il numero degli assistiti è salito del 40% in tempi di Covid, volontari al lavoro per trovare canali di approvvigionamento. Appuntamento il 27 novembre con la colletta alimentare 

BELLUNO. Sono oltre quattromila i bellunesi che sono seguiti dal Banco alimentare perchè si trovano in condizioni di indigenza. Un numero che è cresciuto del 40% in questi ultimi due anni di pandemia.

Due anni in cui l’attività dei volontari delle strutture caritative della provincia di Belluno aderenti al Banco Alimentare (nel caso della nostra provincia a quello del Friuli Venezia Giulia con sede a Pasian di Prato, Udine) non ha conosciuto sosta, «perché, a seguito della crisi economica dovuta alla chiusura forzata di molte attività», precisano Maddalena Garolla e Giuseppe Torrente della Colletta alimentare bellunese, «la domanda di aiuto alle varie organizzazioni è notevolmente aumentata.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

A Chioggia il museo sui fratelli Ballarin, assi del Grande Torino. La tragedia di Superga

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi