Scappa dalla comunità pregando i carabinieri di portarlo in carcere

FELTRE. Per lui è meglio la galera della comunità, ma dovrà restarci ancora per un bel po’. Un uomo di circa 30 anni, residente fuori provincia, ha patteggiato ieri la pena di cinque mesi e dieci giorni per un’accusa di evasione. Il processo si è celebrato per direttissima a porte chiuse e ad assistere l’imputato c’era l’avvocato Nives Zanon.

La vicenda risale ai giorni scorsi. L’uomo, condannato per reati precedenti a scontare un periodo nella comunità di Feltre, si è allontanato dalla struttura violando le misure a suo carico. La sua intenzione, però, non era quella di sparire e far perdere le sue tracce. Anzi.

Uscito dalla comunità, infatti, l’uomo ha imboccato la strada principale, fino ad arrivare davanti alla caserma dei vigili del fuoco, che sicuramente devono essere rimasti stupiti dalla richiesta del giovane. «Chiamate i carabinieri e dite loro di portarmi in carcere. Non voglio più stare in quella comunità». I vigili del fuoco hanno chiamato i carabinieri, ma il suo desiderio non poteva essere esaudito.

È scattata la denuncia per l’allontanamento dalla comunità, dove è stato riportato e dove dovrà rimanere fino a fine pena.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Direzione PD, l’affondo di Letta: "Avanti con Draghi, di Quirinale si parlerà dopo la manovra”

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi