Recuperato nella notte escursionista sul Civetta

Il quarantenne polacco trovato fuori sentiero verso la Porta del Masarè

VAL DI ZOLDO. Ieri sera attorno alle 20.30 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino della Val di Zoldo, a seguito della chiamata di un escursionista straniero bloccato nella zona della Ferrata Alleghesi, sul Civetta, in un punto in cui non si fidava a muoversi. Poiché dalle prime informazioni non si capiva dove potesse trovarsi, un soccorritore è salito a Pian del Crep e ha individuato la luce nella zona dell'attacco della ferrata.

Una squadra è arrivata in jeep alla teleferica del Rifugio Torrani per poi proseguire a piedi fino all'attacco della via attrezzata, dove però non c'era nessuno, l'uomo non rispondeva ai richiami vocali e il suo cellulare risultava irraggiungibile. Dopo aver aggirato la spalla, la squadra ha intravisto una luce verso la Porta del Masarè, fuori sentiero in un tratto esposto. Una volta raggiunto l'escursionista, un polacco di 41 anni, è stato verificato che era in buone condizioni e attrezzato, sebbene manifestasse dolore a un ginocchio. Aiutato a scendere sul sentiero, l'escursionista è stato accompagnato a valle e in fuoristrada a Palafavera dove aveva la sua auto. L'intervento si è concluso all'1.30.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi