L’Ulss 1 sospende altri sei sanitari No vax, cinque nel settore privato

BELLUNO. A Belluno l'Ulss 1 Dolomiti ha sospeso altri sei operatori sanitari non vaccinati. La decisione è stata presa in base agli atti pervenuti dall'apposita Commissione del Dipartimento di Prevenzione, preposta alla valutazione sulle singole posizioni circa la norma sull'obbligo vaccinale. La sospensione avrà durata fino al 31 dicembre, salvo che gli operatori interessati non decidano di vaccinarsi, nel qual caso verranno riammessi in servizio. Sono in corso altri accertamenti e nei prossimi giorni potrebbero essere intrapresi ulteriori provvedimenti.

«La Direzione - riferisce l'Ulss 1 - auspica che gli operatori sanitari provvedano quanto prima agli adempimenti previsti dalla legge, nell'interesse proprio, dei colleghi e della collettività». Oltre ai dipendenti dell'Ulss 1, in settimana nel bellunese sono state comunicate ai datori di lavoro e ai rispettivi ordini, le sospensioni di ulteriori 5 operatori sanitari che non hanno assolto all'obbligo vaccinale.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

A Chioggia il museo sui fratelli Ballarin, assi del Grande Torino. La tragedia di Superga

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi