Contenuto riservato agli abbonati

Terremoti, il Bellunese sorvegliato speciale: in arrivo trenta sismografi

Saranno distribuiti ai gruppi di Protezione civile per studiare i terremoti Bottacin: «In questo modo potremo analizzare i nessi tra fenomeni premonitori»

BELLUNO. Altri 30 sensori sismografici per rendere più sicura la provincia di Belluno. Messi a disposizione dalla Regione, saranno distribuiti alle diverse sedi della protezione civile. «Non ci sarà area del Veneto», assicura l’assessore Bottacin, «più monitorata del Bellunese».

Belluno antisismica

Sono 11 i comuni a maggior rischio terremoto in Veneto. La provincia di Belluno ne conta ben sette: Belluno, Alpago, Chies d’Alpago, Borgo Valbelluna, Tambre, Ponte nelle Alpi, Limana.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Un F-35 della Marina inglese non riesce a decollare dalla portaerei e si schianta in mare

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi