Contenuto riservato agli abbonati

Acqua del rubinetto al cloro: un bellunese su tre non la beve

I rappresentanti del Comitato degli utenti del Consiglio di bacino

La scelta dettata dal forte odore e dalla scarsa limpidezza dopo le piogge. Il Comitato consultivo del Consiglio di bacino chiede a Bim Gsp di intervenire

BELLUNO. Il 66,8% dei bellunesi beve l’acqua del rubinetto, il rimanente 33,2% lamenta un cattivo odore di cloro e la poca purezza in seguito ad eventi atmosferici. È l’esito dell’indagine avviata tra metà giugno e fine agosto tra gli utenti di Bim Gsp della provincia, voluto dal Comitato consultivo degli utenti del Consiglio di bacino Dolomiti Bellunesi.

Il questionario è stato distribuito ai sodalizi aderenti al Comitato, vale a dire associazioni dei consumatori, industriali, agricoltori, artigiani, commercianti e sindacati.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi