Contenuto riservato agli abbonati

L’industria bellunese cerca 500 addetti: «Pronti contratti indeterminati»

Umana al lavoro per le selezioni, ma i posti a disposizione potrebbero superare quota 1200

BELLUNO. Sono più di 500 le figure professionali che la società “Umana” cerca per le industrie del Bellunese. «È solo un primo step», precisano i collaboratori della presidente Maria Raffaella Caprioglio.

In effetti, a sentire gli ambienti vicini a Confindustria Belluno, l’esigenza in questo momento potrebbe essere di gran lunga superiore, intorno ai 1.200 soggetti. Ma la quota potrebbe addirittura aumentare dal 15 ottobre, quando le aziende si troveranno nella probabile necessità di dare copertura ai posti lasciati liberi dai collaboratori no vax.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Un F-35 della Marina inglese non riesce a decollare dalla portaerei e si schianta in mare

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi