Contenuto riservato agli abbonati

Tavolo sulla montagna, Gelmini silura Trabucco: «Ma io non ne so nulla»

Il caso sollevato dal quotidiano “Domani” per i contatti con Forza Nuova: «Ma io nonsono fascista», si difende il costituzionalista di Mel

BELLUNO. Daniele Trabucco, costituzionalista di Mel e docente universitario, dovrà lasciare il “Tavolo tecnico” sulla montagna istituito dal ministro per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini. L’anticipazione è del quotidiano “Domani” che sottolinea anche la motivazione: la frequentazione dello studioso bellunese con l’estrema destra, Forza Nuova in particolare.

Di quel tavolo fanno parte anche Andrea Ferrazzi, direttore di Confindustria Belluno Dolomiti, Paolo Doglioni, presidente di Confcommercio, Sergio Pra, albergatore e presidente di Alleghe Funivie.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

'Harlem', parlano le attrici della serie tv: "I nostri personaggi rivoluzionari"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi