Contenuto riservato agli abbonati

Dal Gambia al Cadore per lavorare, quattro figli in patria: ecco chi era l’operaio di 32 anni morto schiacciato da un tronco in val Visdende

Mustapha Manneh era un esempio di integrazione. Il suo sogno: portare in Italia la famiglia

S.STEFANO. La tensione sul tronco che molla e la ceppaia che frusta: i due tronchi lo schiacciano, il caschetto è la prima protezione che salta. Mustapha Manneh, 32 anni, origini gambiane, in provincia dal 2015 (risiede a Pieve di Cadore), è morto così in un bosco della Val Visdende: un bosco di schianti, un bosco di Vaia. Dal 1° ottobre lavorava (per la Doriguzzi Mario) alla rigenerazione di quel fazzoletto di bosco, lui che con quel lavoro cercava la sua di rigenerazione, la nuova vita: uno stipendio da spedire ai quattro figli in Africa.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Un F-35 della Marina inglese non riesce a decollare dalla portaerei e si schianta in mare

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi