Contenuto riservato agli abbonati

A Belluno la carenza di medici mette in crisi i reparti: «Turni insostenibili»

Denuncia del referente dell’Anaao, Luca Barutta all’Ulss 1. «Serve lavorare sul benessere e sul clima aziendale»

BELLUNO. Reparti degli ospedali bellunesi in sofferenza per la carenza di personale medico.

La denuncia, l’ennesima, arriva dal referente provinciale dell’Anaao, sindacato dei medici ospedalieri, Luca Barutta. «La situazione è andata nel tempo sempre più acuendosi, ma pare che nessuno voglia fare qualcosa per invertire questa tendenza», dice Barutta che individua in alcune circostanze le cause di questa crisi.

«La mancanza di personale è conseguente ad una sbagliata politica gestionale dell’azienda che ha puntato, negli anni passati e recenti più al pareggio di bilancio che a cercare di creare e garantire un clima idoneo e il benessere lavorativo aziendale», dice Barutta ilq uale poi elenca quali sono le realtà dove il numero di medici sempre più ridotto sta iniziando a farsi sentire di...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Un F-35 della Marina inglese non riesce a decollare dalla portaerei e si schianta in mare

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi