Grazie all’Osteria a Polpet arriva l’edicola. La Cooperativa è sempre più strategica

La nuova edicola di Polpet, all’interno dell’Osteria della Cooperativa di piazza Boito

Lo spazio è molto ampio e con il passare dei giorni, insieme ai quotidiani, si troveranno anche tutte le altre pubblicazioni

POLPET. Trenta metri quadrati di giornali a Polpet. C’è un nuovo prezioso servizio in piazza Boito, all’interno dell’Osteria della Cooperativa di Polpet, dove la titolare Liselotte Dorsek e il marito Gianmarco Marconato hanno deciso di realizzare un sogno che avevano fin dai tempi della loro esperienza precedente, al Bar Piloni di Belluno.

«A Belluno avevamo chiesto la scia per tenere i giornali, ma lo spazio era troppo piccolo per realizzare un’edicola vera e propria, quindi tenevamo solo i quotidiani che ogni giorno andavo personalmente a prendere », racconta Marconato. Ma a Polpet lo spazio c’è ed è molto grande, ma la cosa più importante è che finalmente i giornali si potranno comprare anche in paese.

«Qui a Polpet non c’era un’edicola e credo che sia un servizio importantissimo», prosegue Marconato. «I primi quotidiani sono arrivati sabato e la gente ha subito apprezzato. L’edicola è in allestimento, nel senso che le riviste arriveranno man mano che usciranno e con il passare dei giorni avremo tutte le pubblicazioni disponibili sul mercato. Io ho sempre pensato che un’edicola sia importante per una comunità e ho avvertito questa necessità anche da parte degli abitanti della zona, che non avendo un’edicola si sentivano spiazzati». Oltre alla possibilità di comprare i giornali, chi consuma al bar trova anche in consultazione il Corriere delle Alpi e la Gazzetta dello Sport.

La scelta di Liselotte e Gianmarco, che possono contare anche sull’aiuto di una dipendente, si sposa bene con l’attività dell’Osteria, che è aperta tutti i giorni dalle 6.30 alle 22. «Chiudiamo solo la domenica pomeriggio, ma siamo a disposizione per eventi privati anche in quella fascia oraria». Nel suo complesso, il locale è grande: circa 200 metri quadri e ci si può trovare un po’ di tutto, perché l’Osteria si propone come un vero e proprio punto di riferimento per il paese: «Vendiamo anche vini, in bottiglia e sfusi, birre, mappe e cartine geografiche, siamo ricevitoria, bar, osteria e facciamo servizio specifico per la pausa pranzo».

Ma non solo: il bar osteria venderà anche i biglietti dei treni e degli autobus.

In anni recenti la piazza di Polpet è stata oggetto di un bel recupero, così come è stata rilevante la ristrutturazione della Cooperativa di Polpet, da sempre un punto di riferimento non solo per la frazione. Ma il futuro sembra ancora più interessante: «Stanno costruendo una nuova strada per raggiungere la stazione ferroviaria e quindi il passaggio qui davanti aumenterà. È in via di realizzazione anche un percorso per mountain bike che ci passa davanti e di qui transitano quelli che lavorano nella zona industriale di Longarone. Le prospettive sono molto positive», concludono i titolari dell’Osteria.

Soddisfatto il sindaco Paolo Vendramini: «Sarà un servizio utile per l’intera comunità e per i residenti dei comuni limitrofi. Aprire un’edicola oggi significa dare un presidio sociale e culturale alla cittadinanza per custodire e garantire l’informazione. E può rappresentare un beneficio per il tessuto commerciale circostante. Grazie ai nuovi gestori per la professionalità e la cortesia che offrono alla clientela».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Un F-35 della Marina inglese non riesce a decollare dalla portaerei e si schianta in mare

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi