Contenuto riservato agli abbonati

La casa dell’anziana finisce a un avvocato, indagato il notaio bellunese

Avrebbe attestato che la donna era capace d’intendere. L’impiegata patteggia sedici mesi ed esce di scena

BELLUNO. Ultranovantenne mestrina lascia in eredità un immobile a un avvocato incontrato in una sola occasione per caso, conoscente della sua amministratrice di sostegno. E un notaio bellunese certifica il tutto, con l’aiuto della sua segretaria.

Circonvenzione di incapace accusa la pubblico ministero Laura Cameli.

Il caso è arrivato, ieri, davanti al giudice per le udienze preliminari Gilberto Stigliano Messuti, che ha subito fatto uscire di scena l’impiegata del notaio (la 27enne N.L.,

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Un F-35 della Marina inglese non riesce a decollare dalla portaerei e si schianta in mare

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi