Spari nella notte, cartelli stradali crivellati di colpi

Preoccupazione a Rocca Pietore e ad Agordo dov’è stato forato  un segnale lungo la strada  che porta a malga Framont. Probabile si tratti di una bravata

ROCCA PIETORE

Cartelli stradali crivellati da colpi di pistola. Qualcuno si aggira con un’arma per le strade dell’Agordino. In particolare a Rocca Pietore e ad Agordo.

Vittime due cartelli stradali, un segnale di “stop” al bivio Pezzè-Sorarù a Rocca e un “divieto di transito” nella frazione di Don, in comune di Agordo, lungo la strada che porta a malga Framont. Ieri mattina i carabinieri di Caprile, avvisati da alcuni residenti a Rocca Pietore, sono stati avvisati degli spari, avvertiti distintamente poco dopo le 20 di venerdì da alcune persone.

Spari nella notte

I proiettili hanno colpito un cartello stradale al bivio Pezzè-Sorarù, che presenta due ampie ammaccature. In questo caso i proiettili non hanno attraversato il segnale.

Anche ad Agordo

Ben diversa la situazione ad Agordo dove il cartello di divieto di transito posto lungo la strada che porta a malga Framont, nella frazione di Don, ieri pomeriggio appariva forato da parte a parte in tre punti. Il foro più grosso ha le dimensioni di un dito, confessa chi ha osservato da vicino il cartello.

Per questo caso non sono state fatte segnalazioni alle forze dell’ordine: la strada si trova in una zona isolata ed è probabile che nessuno abbia sentito gli spari.

Sopralluogo dei carabinieri

Ieri i carabinieri di Caprile hanno fatto un sopralluogo alle porte di Rocca Pietore, sulla base di alcune segnalazioni arrivate dai cittadini, preoccupati per gli spari che si sono sentiti molto vicini alle case. Si propende per una bravata, non ci sono indagini aperte.

Il sindaco

Anche perché in quella zona non ci sono telecamere di videosorveglianza, come spiega il sindaco di Rocca Pietore, Andrea De Bernardin: «Anche io credo che si tratti di una bravata», afferma il primo cittadino. «Il calibro sembra piccolo». Probabilmente di una pistola, o comunque di un’arma di piccolo calibro, a vedere i fori creati sul segnale stradale.

In ogni caso, un episodio che fa riflettere e che preoccupa i cittadini.

Video del giorno

Il supercomputer più veloce del mondo di Meta-Facebook

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi