“Kohl & Partner”: la scelta di qualità di Arabba e Rocca

Dopo lo strappo con la Dmo i responsabili del nuovo gruppo nato dall’unione tra impiantisti hanno deciso di affidarsi ad un’azienda internazionale 

ARABBA/Rocca Pietore

Arabba e Rocca Pietore incaricano “Kohl & Partner”, azienda di consulting attiva a livello internazionale, di studiare un nuovo piano strategico di sviluppo turistico per incrementare la competitività del comprensorio Arabba-Marmolada. Dopo lo “strappo” con Dmo, quella che era solo una minaccia di affidarsi ad altri per il marketing è ora diventata realtà.


Il progetto, chiamato “Arabba – Marmolada 2030”, partirà da un’approfondita analisi della situazione, che l’azienda condurrà sulla base del proprio know-how specializzato, tramite metodi diversi: interviste approfondite, discussioni in gruppi di lavoro composti da rappresentanti delle due località, focus group, analisi delle statistiche esistenti.

In questo modo si comprenderà meglio quali siano i punti di forza e di debolezza delle due località, e si individueranno le opportunità nei due Comuni, sia distintamente e sia assieme. Le due località, infatti, seppur separate dal punto di vista geografico, sono strettamente legate da un unico Consorzio impianti a fune e dal collegamento tra le due zone sciistiche.

«Negli ultimi anni, l’evoluzione del mercato globale del turismo è stata caratterizzata da una crescita continua», spiegano i responsabili di Funivie – Arabba, il nuovo gruppo nato dall’unione tra le società di impianti a fune Sit Boé, Sofma e Padon spa, «tralasciando l’ultimo periodo, caratterizzato dalla pandemia, è sufficiente dare un’occhiata alle statistiche dell’Organizzazione mondiale del turismo per rendersi conto di quanto sia importante questa crescita. Parallelamente all’aumento dell’afflusso di turisti, soprattutto internazionali, si è inoltre verificato un incremento dell’offerta da parte delle destinazioni, che molto spesso è stato più che proporzionale rispetto all’incremento della domanda. Il risultato? Un notevole accrescimento della competizione tra le varie destinazioni, che rende loro più difficile emergere e distinguersi; motivo per cui la pratica della promozione turistica da sola non è più sufficiente. Ciò che si rende necessario nel mondo attuale», osservano da Funivie Arabba, «è pertanto sviluppare delle strategie più strutturate, in grado di offrire prodotti turistici sempre più completi e integrati, che siano adatti al mercato e capaci di attirare l’attenzione e l’interesse del potenziale visitatore. In una destinazione, molti sono gli stakeholders in gioco: operatori del turismo, amministrazione pubblica su vari livelli, associazioni turistiche, cittadini. È in questo variegato scenario che si profila l’esigenza di andare oltre la mera promozione, sviluppando strategie di commercializzazione della destinazione turistica nella sua globalità per poterle così dare un posizionamento competitivo».

Lo studio come detto prevede il coinvolgimento dei rappresentanti di tutti i settori delle due località: Comune, esercizi alberghieri ed extra-alberghieri, giovani albergatori, associazioni turistiche, ristoratori, impianti di risalita e delle infrastrutture del tempo libero, cultura, scuola, commercianti, artigiani, agricoltori e cittadini che abbiano idee costruttive da esporre e condividere.

«Funivie Arabba crede molto in questo progetto», afferma l’ad Diego De Battista, «proprio come crede nell’importanza del potenziamento del collegamento sciistico tra Arabba e la Marmolada, uno degli investimenti in programma per il futuro». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Metropolis/9, Castelli: "Ecco quanto metteremo contro il caro bollette e i ristori in arrivo"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi