Contenuto riservato agli abbonati

Tappa bellunese per il Giro d’Italia: partenza dalla città e arrivo in Marmolada

La partenza da Belluno del 2014 con Luca Zaia e Jacopo Massaro

Felice suggestione per i tanti appassionati delle due ruote: frazione dolomitica decisiva, l’indomani il titolo a Verona

BELLUNO. Tranne che per le tre tappe iniziali, la grande partenza dall’Ungheria presentata nei giorni scorsi, c’è ancora molto riserbo sull’edizione 2022 del Giro d’Italia, l’evento ciclistico più amato e seguito del Bel Paese.

Ma le sensazioni per il pubblico bellunese sono ottime. Con la possibilità concreta di avere anche una partenza, oltre che l’arrivo in Marmolada.

Tornando all’ufficialità, al momento non è chiaro nemmeno quando verrà presentata ufficialmente l’edizione numero 105: da alcune parti si dice esserci una presentazione “spezzatino” (lunedì 8 novembre spazio alle tappe per i velocisti, martedì 9 alle tappe mosse, mercoledì le grandi montagne e giovedì 11 il grande arrivo), da altri che il Giro verrà presentato nella sua interezza giovedì.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Il supercomputer più veloce del mondo di Meta-Facebook

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi