Falciata da un’auto nella notte: muore una donna, caccia al pirata della strada

L’incidente a Fonzaso, in zona Fenadora. Il corpo della donna era stato sbalzato oltre una ringhiera che delimita l’area di un’azienda: è stato ritrovato la mattina di martedì 16 novembre da una dipendente 

FONZASO. È stata falciata e uccisa da un’auto lunedì 15 novembre all’ora di cena in zona Fenadora mentre faceva la sua consueta passeggiata. È caccia al pirata che ha provocato la morte di Emilia Santurini, 63 anni, di Fonzaso, fuggendo dopo l’incidente e lasciando sul luogo dell’impatto uno specchietto e frammenti della carrozzeria della vettura.  Tale è stata la violenza dell’impatto che il corpo dell’impatto è stato sbalzato al di là della ringhiera che delimita l’area dove opera da ditta Mauser.

I famigliari, conoscendo le abitudini della parente e non vedendola rientrare, hanno dato l’allarme avviando essi stesse le ricerche insieme ai vigili del fuoco. E ai carabinieri. Ricerche proseguite tutta la notte ma che non avevano dato risultati. In tutta la zona industriale, infatti, gravava una fitta nebbia e comunque era difficile immaginare che la vittima si trovasse al di là di una ringhiera.

È stata un’impiegata della Mauser, giunta la lavoro alle 7,30, ad accorgersi che in fondo allo spiazzo erboso c’era qualcosa. I colleghi sono andati a vedere e hanno fatto la triste scoperta. I carabinieri di Feltre hanno eseguito tutti i rilievi del caso e avviato subito le indagini. E’ caccia al pirata.

Video del giorno

Quirinale, Mastella: "Belloni al Colle? È come se un portiere volesse fare il centravanti"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi