Pugno al bigliettaio e l’autobus si ferma Rinviato a giudizio

AGORDO

Picchia il bigliettaio e l’autobus deve fermarsi. Niente lavori di pubblica utilità per un ventenne agordino, ma il rinvio a giudizio da parte del gup Scolozzi, perché l’imputato non sarebbe in grado di portare a termine quella che tecnicamente si chiama messa alla prova.


Sulle imputazioni di lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio ha pesato il fatto dello scorso ottobre, quando il giovane è stato arrestato dai carabinieri di Bressanone. La prima volta era stato denunciato per ricettazione di autoveicolo, false dichiarazioni sull’identità personale, detenzione di droga ai fini di spaccio, rifiuto a sottoporsi al controllo sull’assunzione di stupefacenti e, infine, sanzionato per guida senza patente. La seconda si sono aggiunti danneggiamento aggravato, detenzione di droga ai fini di spaccio, rifiuto dell’accertamento per le sostanze stupefacenti, oltre alla sanzione amministrativa per guida senza patente e diverse altre contestazioni per violazioni delle norme sulla circolazione stradale.

Il difensore Emiliano Casagrande ha provato a chiedere la sospensione del processo, sostituito delle ore di volontariato, ma nulla garantiva che l’operazione potesse avere successo. L’uomo andrà a processo e una delle prime mosse sarà quella di chiedere una perizia psichiatrica, in quanto ci sarebbero dei problemi di questo tipo. È attualmente detenuto a Baldenich, ma «è un ragazzo che ha bisogno di essere curato e non detenuto» garantisce l’avvocato.

Due anni fa era salito sulla corriera Agordo-Belluno con un biglietto non valido e al controllore che voleva prenderglielo, avrebbe rifilato un pugno sul viso da cinque giorni di prognosi. Il conducente era stato costretto a fermare la corsa e così, oltre a lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, c’era stata anche l’interruzione di pubblico servizio. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi