Finito il posizionamento di nuove reti paramassi sulla sr203 a La Stanga

SEDICO/AGORDO

Terminato il posizionamento delle reti paramassi lungo la sr203 in località La Stanga. Va dunque concludendosi il cantiere che Veneto Strade aveva deciso di aprire dopo che nella notte tre il 19 e il 20 settembre scorsi dei grossi massi erano scesi dal versante a monte della strada che collega l’Agordino al Mas. La strada era stata chiusa il giorno successivo per permettere le verifiche circa la stabilità dei versanti, quindi nelle settimana successive si erano rese necessarie altre chiusure per dare a modo all’impresa di operare in tranquillità sul versante e per evitare problemi agli utenti della strada. Ora il risultato si è concretizzato con la posa di alcune reti paramassi che hanno sostituito quelle precedenti divelte dai massi caduti a settembre. Un intervento prezioso quello deciso da Veneto Strade che, tuttavia, non risolve i problemi dell’arteria per la quale l’Agordino e la ValBelluna chiedono interventi per 34,5 milioni. Una delle ipotesi ventilate nelle scorse settimane dal presidente Uma, Michele Costa, è quella di attingere ai bandi del Pnrr per poter riuscire nell’intento di mettere in sicurezza una strada molto trafficata dagli agordini che si dirigono verso la parte bassa della provincia, dai pendolari che raggiungono Luxottica, dai turisti che si recano verso le località dell’Alto Agordino. —


Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi