Contenuto riservato agli abbonati

Belluno, ecco il nuovo Pat: due nuovi ponti aree edificabili e stop capannoni

Fari puntati sul recupero del patrimonio edilizio esistente. Massaro e Frison: pianificazione adattata alle sfide future

BELLUNO. La città del futuro avrà due nuovi ponti e un collegamento fra la regionale Agordina e la statale 50 (Cucciolo - Marisiga o con partenza da Antole). La strada interna della Veneggia non sarà invece prolungata all’interno di Cavarzano. Confermate tutte le aree edificabili, sono state aggiunte delle linee di espansione residenziale che si agganciano a quelle esistenti, mentre le zone produttive dovranno essere riqualificate: vietato costruire capannoni in aree non a destinazione produttiva.

Sono

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Il supercomputer più veloce del mondo di Meta-Facebook

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi