Contenuto riservato agli abbonati

Stagione dello sci, tra euforia e perplessità: «Partiamo sabato, ma troppe incognite»

Dopo le precipitazioni del weekend, i cannoni sparano per garantire piste perfette: «Diteci come comportarci dal 6 dicembre»

BELLUNO. «Quassù è tutto uno sparo. Sono le 19 e la temperatura è a meno 8. Abbiamo già 30 centimetri i neve fresca e con quella programma offriremo il meglio dal 4 dicembre. Le prenotazioni cominciano a fioccare. Però saremmo più tranquilli se a sciare fossero quelli provvisti del Green pass vaccinale». In questa affermazione di Maurizio De Cassan, albergatore di Malga Ciapela (Hotel Tyrolia), si riassumono gli umori degli operatori turistici a cinque giorni dall’inizio della stagione dello sci.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Adolescenti in crisi dopo due anni di isolamento, lo psicologo: "La pandemia passa, il trauma resta"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi