Contenuto riservato agli abbonati

De Pellegrin: «Basta Tir sulle strade della Val di Zoldo»

La rabbia del sindaco «I mezzi pesanti devono proseguire sull’Alemagna per arrivare al confine, perché da noi restano bloccati sui tornanti tra Pecol e Palafavera. A Longarone servono indicazioni precise e visibili».

VAL DI ZOLDO. «Basta Tir sulla sp251». Ne ha davvero abbastanza il sindaco di Val di Zoldo, Camillo De Pellegrin, di dover impegnare mezzi e uomini per liberare i grandi autoarticolati che, per un errore dei loro autisti o dei gps, in questa stagione si ritrovano puntualmente incastrati sui tornanti ghiacciati di Pecol e di Palafavera.

«Anas e Veneto strade devono migliorare la segnaletica o trovare una soluzione alternativa per liberarci da questo problema», tuona il sindaco, «il mio non è uno scaricabarile verso il Cadore e altri territori, ma non ha senso che questi mezzi pesanti deviino dall’Alemagna per venirsi a bloccare sulle nostre strade ghiacciate, magari di notte, dove un Tir non potrà mai passare.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Adolescenti in crisi dopo due anni di isolamento, lo psicologo: "La pandemia passa, il trauma resta"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi