Contenuto riservato agli abbonati

Pieve di Cadore. Donna svuota i conti della vicina: scoperta e condannata

Il palazzo di giustizia di Belluno

Aveva ricevuto la nomina di amministratrice di sostegno ed è stata denunciata dalla figlia della vittima in fase di successione

PIEVE DI CADORE. La successione fa emergere gli ammanchi sui conti. Fino alla morte per un male incurabile, nessun parente stretto di un’anziana di Pieve di Cadore se n’era accorto.

La vicina di casa e amministratrice di sostegno P.D.N. è stata condannata a due anni e otto mesi di reclusione più le spese processuali e l’interdizione dai pubblici uffici per la durata della pena.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Adolescenti in crisi dopo due anni di isolamento, lo psicologo: "La pandemia passa, il trauma resta"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi