Sport, pronti 38mila euro per aiutare le società in difficoltà economica

CALALZO

Il Comune di Calalzo ha stanziato 38mila euro da mettere a disposizione delle società sportive operanti sul territorio. Una misura pensata per garantire sostegno economico a quelle realtà, alle prese come tante altre con le difficoltà da rimandare alla pandemia, che svolgono un ruolo importante non solo nella pratica sportiva ma anche come funzione sociale.


« Siamo fieri di aver replicato il bando già proposto lo scorso anno incrementando anche in maniera significativa le risorse a disposizione delle società», afferma il sindaco Luca De Carlo, «vogliamo premiare l’impegno e gli sforzi di chi, nonostante le infinite difficoltà provocate dall’emergenza, ha continuato a lavorare per garantire l’attività sportiva dei nostri ragazzi. Si tratta di un servizio sociale fondamentale per i giovani, in particolar modo in un territorio montano e in un periodo storico tra dad e lockdown in cui l’isolamento sociale è un rischio da tenere il più lontano possibile».

Possono accedere al bando le realtà che svolgono attività sportiva agonistica nella fascia di età tra i 5 e 18 anni, che hanno fra i tesserati ragazzi residenti nel comune di Calalzo anche avendo sede in uno dei comuni dell’Um Centro Cadore e che sono affiliate a federazioni o enti regolarmente iscritte al Coni. Il fondo sarà ripartito in parti uguali tra tutti i richiedenti che avranno i requisiti per ottenere il contributo. Sarà necessario indicare nella domanda le minori entrate e le maggiori spese affrontate tra l’1 marzo 2020 e il 30 novembre 2021. Già nel 2020 il Comune di Calalzo stanziò una cifra pari a 15mila euro per la stessa missione. La partecipazione al bando sarà possibile da oggi fino al 24 dicembre. Le domande dovranno essere inviate al Comune di Calalzo via mail all’indirizzo segreteria@comune. calalzo. bl. it, via pec a comune. calalzodicadore. bl@pecveneto. it o consegnate di persona all’ufficio protocollo. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Adolescenti in crisi dopo due anni di isolamento, lo psicologo: "La pandemia passa, il trauma resta"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi