Contenuto riservato agli abbonati

“Mascute”, gelatiere e calzolaio: il ritratto dell’uomo di Lorenzago morto dopo la rapina in casa

Il dramma Angelo Mainardi, 82 anni, deceduto a poche ore di distanza dall’aggressione. Aveva lavorato in Germania. Il sindaco del paese: sono preoccupato, l’intera comunità è sgomenta: «Lascerà un vuoto enorme»

LORENZAGO DI CADORE. In una comunità piccola, com’è quella di Lorenzago, ci si conosce tutti. Il paese è attonito, sgomento: Angelo Mainardi era il calzolaio di fiducia di tante persone. Ottantadue anni, aveva trascorso un lungo periodo in Germania, a fare il gelatiere. Al ritorno a Lorenzago si era messo a riparare scarpe, lavoro che lo appassionava e che continuava anche da pensionato, nonostante qualche problema di salute.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi