Contenuto riservato agli abbonati

Dietro il bancone del “Bar de la Stazion” c’è nonna Jolanda: «Sono qui da 51 anni»

Ad Agordo lei e il suo locale sono delle autentiche istituzioni: «Tutto è rimasto come nel 1925, non ho cambiato nulla»

AGORDO. «Silvio, un bianco?». «Signora buonasera, caffè vero?». «Bianco col bitter, giusto?». A un certo punto tiene sospesa la bottiglia del vino bianco in attesa della conferma da parte di un cliente che sta raccogliendo i desiderata dell’amico rimasto all’aperto. Ma anche in questo caso Jolanda ha ricordato bene. Nessuna sorpresa, nessuna meraviglia in una barista che conosce i gusti di chi varca la porta del suo locale ad Agordo.

Video del giorno

Tragedia all'asilo dell'Aquila, lutto cittadino per il piccolo Tommaso

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi