Skibus, in stand by Dolomitibus: Comuni e consorzi attivano le navette

CORTINA/valboite

Fermi in garage gli autobus di Dolomitibus per il servizio skibus: Comuni, Consorzio e società si attivano.


Non ha ancora preso il via il servizio di trasporto pubblico che accompagna gli sciatori ai piedi degli impianti nelle ski aree di Cortina e San Vito. Un servizio molto utilizzato soprattutto dai turisti che alloggiano negli alberghi o nelle seconde case. Il Comune di San Vito con il Consorzio Cadore e la società Impianti Scoter che gestisce la ski area sanvitese si sono attivati.

Da ieri è in funzione un servizio di navette, realizzato con pullmino da 7 posti, che accompagna gli amanti dello sci alle piste di San Vito. La navetta parte da piazza Serrantoni (davanti al bar Antelao), con corse continue ogni 20 minuti circa, dalle 8.30 alle 16. Il servizio viene sospeso solo per la pausa pranzo dalle 12.30 alle 13.30. Le fermate sono: parcheggio bivio via Ladinia, capitello Belvedere, parcheggio seggiovia Tambres e parcheggio Parco Neve Sole. È confermata anche la disponibilità ad effettuare la raccolta passeggeri presso le strutture ricettive di San Vito, su chiamata, telefonando al 328 7684959.

A Cortina anche la municipalizzata Servizi Ampezzo, che gestisce gli autobus locali, ha attivato un pullman che porta alla nuova cabinovia Cortina Skyline, che collega Pocol, da Son dei Prade, alle Cinque Torri, a Bai de Dones. Dal centro, da piazza Roma, davanti alla basilica dei Santi Filippo e Giacomo, l’autobus numero 3 parte alle 8.45 (con arrivo a Son dei Prade alle 9.15), alle 10.45 (con arrivo a Son dei Prade alle 11.15) e alle 15.10 (con arrivo alle 15.40). Tre corse anche per il ritorno: da Son dei Prade alle 9.15 con arrivo in piazza Roma alle 9.45; da Son dei Prade alle 11.15 con arrivo a piazza Roma alle 11.45 e da Son dei Prade alle 15.40 con arrivo in centro alle 16.10.

Nei primi giorni dell’anno prossimo dovrebbe poi essere attivato finalmente il servizio di Dolomitibus.

«La Provincia è venuta a conoscenza del problema dello skibus solo pochi giorni prima di Natale», dichiara in merito il presidente Roberto Padrin, «e si è attivata subito, consapevole dell’importanza del servizio per il settore del turismo, già pesantemente colpito dal Covid e dal lockdown. Nei prossimi giorni Dolomitibus dovrebbe fare arrivare il piano di esercizio. Non appena arriverà, verrà approvato e lo skibus potrà partire».

I Comuni dove si scia non potevano restare senza il servizio e per questi giorni di maggiore afflusso turistico dovuto al Capodanno si sono attivati in proprio. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il pestaggio del giornalista alla cena dei calciatori della Roma

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi