Contenuto riservato agli abbonati

Esclusive casere di lusso con tutti i comfort. L’Alpago si getta nel turismo stile eremitaggio

Denis Fabbro: «Prima tutti volevano muoversi, ora la prima richiesta è godersi la solitudine»

ALPAGO. Esclusive casere luxury in Alpago per accogliere i turisti più esigenti. Cornolera, Pian Grand, Degnona, Cal de mez: sono questi i luoghi della Conca che, nel territorio del Comune di Chies, danno il nome alle strutture di montagna ristrutturate e trasformate dai proprietari in autentiche casere di lusso a beneficio dello sviluppo e della promozione turistica del territorio alpagoto.

Un’iniziativa correlata a un progetto agrituristico di cura e valorizzazione della montagna e della sua agricoltura, messo in evidenza anche sul sito del Gal 2 Prealpi e Dolomiti, dove queste strutture esclusive sono descritte e promosse, insieme al territorio che le ospita e alle sue numerose attrattive.

Al

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Adolescenti in crisi dopo due anni di isolamento, lo psicologo: "La pandemia passa, il trauma resta"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi