Contenuto riservato agli abbonati

Piccoli negozi, l’allarme a Belluno. Dal Pont: «Vanno salvati per il loro ruolo sociale»

«Bisogna detassare i negozi di vicinato di montagna», dice Dal Pont. «Serve una legge nazionale, si possono usare come criteri la quota, la superficie dell’attività (non superiore a 100 mq), la densità abitativa della zona in cui si trovano. Se non si fa qualcosa subito, vedremo altre chiusure nei prossimi mesi»

BELLUNOIl tempo è scaduto. Le chiusure del market di generi alimentari a Cavarzano e del supermercato In’s a Salce non hanno solo lasciato due intere frazioni senza un servizio fondamentale. Hanno anche acceso la luce rossa su una crisi senza precedenti, che nel giro di pochissimo tempo (un anno, forse due) rischia di far sparire tutti i negozi di vicinato.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Adolescenti in crisi dopo due anni di isolamento, lo psicologo: "La pandemia passa, il trauma resta"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi