Contenuto riservato agli abbonati

Sos Bostrico, interventi entro primavera. «Basta inerzia o i boschi moriranno»

In un lungo documento, la Fondazione “Montagna e Europa” Arnaldo Colleselli chiede l’intervento di sindaci e Regole

BELLUNO. Non c’è più tempo: l’emergenza bostrico va affrontata al più presto e deve trovare soluzione entro la primavera, per evitare danni ancora maggiori. È il grido di allarme lanciato in un ampio documento della Fondazione “Montagna e Europa” Arnaldo Colleselli, che ha messo all’opera un gruppo di lavoro formato dai dottori forestali Orazio Andrich e Paola Berto e dall’avvocato amministrativista Enrico Gaz.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Corriere delle Alpi la comunità dei lettori

Video del giorno

Adolescenti in crisi dopo due anni di isolamento, lo psicologo: "La pandemia passa, il trauma resta"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi