Il Pd a confronto con Vignato, «Uniamo il centrosinistra»

Giuseppe Vignato quando era amministratore unico di Gsp

Concluso il lavoro sugli aspetti programmatici, si stringono le fila per l’alleanza. De Moliner: clima positivo e costruttivo con i gruppi di maggioranza in Comune

BELLUNO. Il tavolo del centrosinistra ha concluso il lavoro sui temi cardine per la città. Ora si apre la fase, delicatissima, che porterà a scegliere il candidato sindaco. Il nome non arriverà prima di febbraio, non si sa ancora se attraverso le Primarie oppure no, ma quel che è certo è che si punta all’unità del centrosinistra. Andando a parlare anche con chi qualche passo lo ha già fatto, e pur se non è sceso ufficialmente in campo ha sicuramente un piede oltre la linea di gioco: Giuseppe Vignato.

Venerdì sera l’assemblea dell’Unione comunale Pd si è riunita, presenti una trentina di iscritti nella sede di via del Plebiscito e collegati da remoto. E all’unanimità è emersa la richiesta di avere un confronto tematico con Vignato. Prove di accordo? Non proprio, o non ancora: «Vignato ci aveva chiesto un incontro tempo fa, noi siamo andati avanti con il tavolo in cui si è parlato dei temi importanti per la città», spiega il segretario dell’Unione comunale, Roberto De Moliner. «Adesso è il momento di confrontarci. Il partito ha chiesto di parlargli per capire quali sono i suoi obiettivi, la sua visione della città». Sarà una chiacchierata conoscitiva, insomma. Come ne sta facendo tante, il Pd, con tutte le forze di sinistra, anche quelle non rappresentate in consiglio comunale.

Venerdì sera De Moliner ha presentato una relazione all’assemblea, per raccontare i passaggi politici che hanno contraddistinto gli ultimi mesi. Ci sono stati numerosi incontri al tavolo del centrosinistra, cui partecipano il Pd e i tre gruppi di maggioranza in consiglio comunale e il clima è «positivo, costruttivo», ha evidenziato De Moliner, parlando anche di «intenti comuni che si sono riscontrati nel dialogo con le attuali forze della maggioranza».

De Moliner ha ribadito quanto sia necessario unire tutte le forze di centrosinistra per le elezioni che porteranno a rinnovare il consiglio comunale: «Senza questa condizione, la città rischierebbe di essere consegnata nelle mani del centrodestra», ha detto il segretario. Il partito e i gruppi di maggioranza in consiglio hanno fatto numerosi incontri negli ultimi mesi e sembra sia stato fatto qualche passo avanti per trovare la convergenza, ma resta molto lavoro da fare. Anche sulla scelta del candidato sindaco: il Pd un anno fa aveva messo sul tavolo l’ipotesi delle Primarie, ma non è ancora deciso se si faranno. «Il candidato? Lo sceglieremo insieme», si limita a dire De Moliner.

L’assemblea, all’unanimità, ha espresso supporto alla relazione del segretario, confermando la centralità del tavolo del centrosinistra quale luogo di confronto e discussione per le scelte programmatiche e del candidato sindaco. In tale ottica, l’assemblea ha infine deciso di iniziare un confronto tematico per unificare e allargare il campo del centrosinistra, andando a parlare con Giuseppe Vignato.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Fast and Furious, ora si fa sul serio: la sfera gigante sventra il bus in corso Fiume

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi