Businaro presidente di Certottica e Dolomiticert

Corrado Facco e Luca Businaro

Il direttore Facco assume anche il ruolo di Ad di Dolomiticert

LONGARONE. A sei mesi dall’arrivo del nuovo Direttore Generale, Corrado Facco, si completa il cambio di governance in Certottica e DolomitiCert, con la nomina di Luca Businaro a nuovo Presidente. Si sono tenute venerdì scorso le Assemblee di Certottica, Istituto italiano per la certificazione dei prodotti ottici, e della sua controllata DolomitiCert, che hanno sancito il cambiamento dei vertici, con l’ingresso di Luca Businaro (già nel CdA) a prendere il testimone quale Presidente di entrambe le società. Corrado Facco, Direttore Generale con deleghe gestorie di Certottica, da venerdì è anche Amministratore Delegato e Direttore Generale di DolomitiCert.

Luca Businaro è Amministratore Delegato di Novation Tech, azienda trevigiana leader nella produzione di oggetti in carbonio e materiali compositi per l’occhialeria, lo sportsystem e l’automotive. Già Presidente di Assosport (Associazione dei Produttori di Articoli Sportivi) e Federvarie, è oggi tra i Proboviri di Confindustria nazionale. Corrado Facco ha maturato una lunga esperienza professionale in ambienti di lavoro nazionali ed internazionali, in particolar modo in ambito fieristico, sia come Presidente e AD di MMI, che Managing Director di Fiera di Vicenza e del Gruppo quotato IEG spa, oltreché quale Presidente dì tre Società collegate a Dubai, Shanghai e New York.

Come spiega il neo Presidente Businaro: «In questi anni abbiamo saputo rispondere alle esigenze della filiera, sia quelle di lungo periodo in termini di formazione e ricerca, che quelle contingenti, come l’emergenza Brexit da cui è nata Cert Dolomiti per sopperire velocemente alle necessità di nuove certificazioni. Miriamo a consolidare il Gruppo Certottica e diventare leader nella certificazione, formazione e supporto alle imprese nei loro processi di innovazione e di internalizzazione per la vendita dei loro prodotti». «Tra gli obiettivi primari – aggiunge Corrado Facco - ci sarà quindi quello di rafforzare le relazioni coi player di settore, migliorare la presenza sui territori, portare una particolare attenzione alle certificazioni in materia di sostenibilità, e incentivare la ricerca e sviluppo per l’utilizzo di nuovi materiali e processi, che sposino le esigenze di evoluzione delle imprese».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Fast and Furious, ora si fa sul serio: la sfera gigante sventra il bus in corso Fiume

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi