Cortina, personale della mensa positivo al Covid: all’asilo arrivano gli chef

La brigata di “Da Aurelio”, tempio della gastronomia sul passo Giau, garantisce i pasti per la materna parrocchiale. Dariz: in tempi di Covid è giusto fare la propria parte

CORTINA. I settanta bambini dell'asilo di Cortina rischiavano di non poter tornare in aula perché il Covid aveva messo a letto tutte le addette alla mensa: a risolvere la situazione ci ha pensato lo chef Gigi Dariz, titolare del ristorante Da Aurelio di Passo Giau. Da giovedì scorso anziché servire la clientela abituale, Dariz e la sua brigata di cucina si sono trasferiti nella mensa dell'asilo e ogni giorno sfornano delizie per i piccoli della Scuola dell'Infanzia parrocchiale Pietro Frenademez, guidata da don Ivano.

A raccontare l'esperienza curiosa è lo stesso chef. «Dalla scorsa settimana per una settimana gestiremo noi la mensa - dice Dariz, che quattro anni fa ha predisposto con il sacerdote una sorta di prontuario nutrizionale a prova di bambino proprio per l'asilo - . Finora la cosa sta piacendo moltissimo. Un giorno abbiamo fatto il pollo al limone, con broccoli, purè e gelato fatto in casa. Poi si è cimentata la nostra pasticcera con crostate e torte».

Ogni giorno due dei sei membri della brigata di cucina scendono dal Passo, a oltre 2.200 metri di quota, sino al centro di Cortina per tenere aperta la mensa e offrire un pasto caldo ai piccoli allievi dell'asilo. «È stato emozionante - conclude Dariz - e credo che in tempi di Covid era giusto che anche noi facessimo la nostra parte»

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Vasco Rossi in concerto a Trento: il ritorno live è un successo

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi