Cansiglio, arcobaleno bianco. La colonnina fino a -25 attrae fondisti e fotografi

Ancora 40 cm di neve e tracciati da sci perfetti. Il gattista Della Libera: mai vista così tanta gente

LA STORIA. Le piste di fondo sulla porta della casa… dei trevigiani, oltre che degli alpagoti. Ben 15 km di percorso, battuti dal gatto di Franco Della Libera. «Abbiamo ancora 40 centimetri di neve», conferma, «che restano causa temperature da record: di notte il termometro scende dai 10 ai 20 gradi sotto zero, per cui il sole del giorno non scalfisce questo strato».

La piana del Cansiglio è di fatto trasformata in una specie di stadio del fondo, con gli itinerari che si dilungano a circuito, anche in quegli avvallamenti dove d’estate si gioca a golf. Si va dalle alture “ai Pic” alle profondità del sito “ai Bech”, dove nei giorni scorsi il clima è stato quello della Lapponia, con la colonnina a -25 circa.

«Può quindi capitare che l’appassionato del fondo scii per qualche ora dentro un’inversione termica di 10/15 gradi in poche centinaia di metri». In uno dei pomeriggi scorsi, la fotografa Titta Fain aveva immortalato uno splendido tramonto, in primo piano la foresta del Cansiglio, sullo sfondo il Pizzoc. Altro singolare fenomeno atmosferico è stato catturato fotograficamente da Roberta Marcon: una specie di arcobaleno bianco che si forma in cielo quando le piccole gocce non riescono a spezzare la luce. L’immagine è stata diffusa dalle pagine Facebook degli “Amici del Cansiglio”. Ed ecco che proprio in queste settimane l’altopiano sta registrando un singolare flusso di amanti delle foto naturalistiche.

Franco Della Libera, intanto, si prepara ad un altro fine settimana d’assalto. «Non ho mai visto così tanta gente come nei giorni scorsi. Immagino che nelle prossime ore avremo il bis. Qui può camminare tranquilla sulla neve, può sciare, può fare dello scialpinismo e salire con le ciaspe verso il Pizzoc, oppure la Candaglia o, ancora, la Val Palantina».

Peccato soltanto che manchino all’appuntamento con i turisti due rifugi centrali, come lo erano il Sant’Osvaldo e la Genziana: il primo chiuso da qualche anno, il secondo solo da poche settimane. f.d.m.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Fast and Furious, ora si fa sul serio: la sfera gigante sventra il bus in corso Fiume

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi