San Vito, scopre la tresca del marito e lo prende a padellate: è assolta per le lesioni

Sentenza di non punibilità per il fatto particolarmente tenue. La donna aveva trovato sul cellulare di lui le foto che documentavano il tradimento

SAN VITO. Scopre l’infedeltà del marito e lo prende a padellate. Gli frattura una mano e viene portata in tribunale per lesioni aggravate, ma ne esce con una sentenza di assoluzione, in quanto non punibile per la particolare tenuità del fatto. Il pubblico ministero Rossi aveva chiesto la condanna dell’imputata, perché la padella può essere considerata un’arma impropria, ma il giudice Feletto ha valutato la reazione emotiva e il fatto che la donna avesse un solo precedente penale e per altri motivi. Era stato l’avvocato Licini a chiedere la sentenza che poi ha ottenuto, dopo che la sua assistita aveva confessato le padellate durante le indagini.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il pestaggio del giornalista alla cena dei calciatori della Roma

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi