Contenuto riservato agli abbonati

Assistenza e ascolto in canonica a Longarone contro le nuove povertà aggravate dalla pandemia

L’inaugurazione del nuovo punto di ascolto Caritas in canonica a Longarone

Inaugurato il punto Caritas che offrirà aiuto alle persone in difficoltà: «Disoccupazione e isolamento hanno aumentato la fragilità sociale»

LONGARONE. Nuove povertà legate alla pandemia e alla disoccupazione, solitudine, isolamento. Sono le emergenze sociali a cui la Caritas contrappone il rinnovato centro di ascolto del Longaronese e di Zoldo, inaugurato govedì.

Nell’ambito della riorganizzazione della rete diocesana Caritas, in canonica a Longarone sono stati infatti aperti nuovi uffici per aiutare le persone in stato di bisogno. Si tratta del naturale proseguimento delle tante iniziative solidali che la Caritas longaronese effettua già da anni a favore delle famiglie e delle persone in stato di bisogno, con collegamento anche nel territorio zoldano.

Video del giorno

Gasparini, il pilota di droni: "Così abbiamo trovato i corpi sulla Marmolada"

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi