Contenuto riservato agli abbonati

Rogo in pizzeria a Pieve di Cadore: «Il piromane pagato 5mila euro per l’incendio»

Il principale imputato del rogo con esplosione della pizzeria.  Mordi e fuggi del 2017 l’ha confessato anche ad un’amica

PIEVE DI CADORE. Incendio ed esplosione della pizzeria “Mordi e fuggi”, cinque anni dopo. Nel processo per i fatti dell’aprile 2017, è emerso che il reo confesso Fabio Laritonda avrebbe incassato 5 mila euro per fare il lavoro, mentre il presunto complice Pasquale Ferraro se ne sarebbe meritati 500, ma il bonifico a «una persona di giù» non è stato completato in banca.

Video del giorno

Vigo di Cadore, l'imponente frana vista dal drone di Veneto Strade

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi